21_altra_sicilia

Di Girolamo Editore
Trapani 2010
167 pagine.
Euro 9,90

Umberto Santino

L'altra Sicilia
Caduti nella lotta contro la mafia e per la democrazia
dai Fasci siciliani ai nostri giorni

Non un elenco di tutte le vittime della mafia, ma una cronologia ragionata dei delitti che hanno colpito persone impegnate nella lotta contro la mafia e per la democrazia. Un conto è la pietà che può riguardare tutti gli uccisi, un altro la memoria che tenga conto del perché sono stati uccisi, cioè del loro ruolo da vivi. Un contadino, un sindacalista, un magistrato, un politico, un sacerdote impegnati in un’azione di cambiamento non sono la stessa cosa di un mafioso, di un complice o di un colluso.
Nella cronologia ci sono anche nomi di rappresentanti delle forze dell’ordine caduti nella lotta contro il banditismo, più o meno intrecciato con la mafia, e di altre persone (bambini e ragazzi, anche di famiglia mafiosa, donne e uomini uccisi nel corso di sparatorie tra mafiosi) non tanto perché sono “innocenti” (espressione che sottintende che il magistrato, il poliziotto sono ammazzabili per mestiere) ma soprattutto per indicare quanto diffusa sia stata la violenza mafiosa e smentire il luogo comune della mafia buona, tradizionale, che ammazzava con moderazione, rispettava certe regole e coltivava il senso dell’onore.