Alle origini del discorso sulla mafia

Alessandra Dino Alle origini del discorso sulla mafia   Solo attraverso una tormentata “battaglia dialettica” – di cui Umberto Santino in La mafia dimenticata ripercorre le tappe nel quarantennio tra il 1861 e il 1901 – l’associazione di malfattori viene inquadrata come organizzazione criminale e come tale perseguita anche in sede giudiziaria. È dunque nel…

Donne e guerre di mafia

Simona Mafai Ombre femminili nella guerra di mafia   1897, Palermo. Agata Mazzola (26 anni) e Margherita Lo Verde (30 anni), i cui mariti cocchieri sono stati uccisi dai capimafia del quartiere, avvicinano la signora Florio mentre si reca dalle suore di San Vincenzo, chiedendole un aiuto per i figli. “Non mi seccate – risponde…

Cosa nostra e il diritto alla verità

Umberto Santino Il futuro di Cosa nostra e il diritto alla verità Le reazioni suscitate dalla morte di Riina offrono un quadro dominato da due visioni di fondo. Da un lato c’è chi sostiene che Cosa nostra è sempre la stessa, corrisponde ancora alla ricostruzione canonizzata dal maxiprocesso: una struttura piramidale e verticistica, con le…

Dopo Riina

Umberto Santino Dopo Riina Che succede nella mafia quando muore, o viene scalzato o esautorato, un capo o un capo dei capi come Totò Riina? Per trovare una risposta a questa domanda possiamo fare una breve incursione nel passato dell’organizzazione mafiosa. Di capo supremo, a Palermo e dintorni, parlavano già le relazioni del questore Ermanno…

Cosa nostra e gli sbirri…

Umberto Santino Cosa nostra e gli sbirri “Non si fanno comparati con gli sbirri”: è il terzo comandamento del decalogo di Cosa nostra trovato nel villino in cui si nascondevano Salvatore e Sandro Lo Piccolo. II decalogo del “perfetto mafioso” era stato trascritto su un foglio, per ricordare norme trasmesse di bocca in bocca, com’era…

La sinistra che non c’è

Umberto Santino La sinistra che non c’è Le considerazioni di Enrico Del Mercato sulla sinistra siciliana possono essere l’occasione per una riflessione che non può riguardare solo la Sicilia. Si tratta di ricostruire una storia che ha dominato la scena mondiale fin dalla seconda metà del XIX secolo. La sinistra, le sinistre, debbono la loro…

La mafia, oggi

Umberto Santino La mafia, oggi. Continuità e mutamento Dall’11 al 15 settembre, presso il Dipartimento di Scienze sociali e politiche dell’Università degli Studi Milano, si è svolta la settima edizione della Summer School sul tema: “La mafia, oggi”, organizzata da Nando dalla Chiesa. Al centro dei lavori una serie di domande: la mafia non è…

Mafia e politica 2017

Umberto Santino Mafia e politica, ovvero: le porte girevoli Una giornalista non siciliana mi ha chiesto come mai nelle discussioni in corso per l’affannosa ricerca di candidati alle prossime elezioni regionali, non si parli di mafia e cosa penso dei rapporti tra mafia e politica nella fase attuale. Ho risposto che il “come mai” mi…

Caro Libero

Umberto Santino Caro Libero, rileggere le tue parole è come ripercorrere i giorni che vanno da quel 10 gennaio 1991 in cui è stata data la notizia del tuo no alle richieste degli estortori a quel 29 agosto in cui è stato versato il tuo sangue sul marciapiede sotto casa. È stata una lunga, e…

Libero Grassi 2017

Umberto Santino I problemi dell’antimafia e la “qualità del consenso”. Nell’anniversario dell’assassinio di Libero Grassi Nel ventiseiesimo anniversario dell’assassinio di Libero Grassi, se non vogliamo limitarci a un rito stanco e ripetitivo, gli dobbiamo un atto di maturità e di lealtà. Dalla sua denuncia in quasi totale solitudine sappiamo che molte cose sono cambiate: i…