Il 29 dicembre 2015, la Giunta Comunale di Palermo ha deliberato la creazione del “Memoriale
laboratorio della lotta alla mafia”, accogliendo l’idea progettuale
del Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato” che da
diversi anni lavora per realizzazione di questa istituzione
culturale.

Comune e Centro Impastato avviano così il percorso per la creazione di
una Fondazione culturale intitolata “No mafia museum” alla quale il
Comune darà in uso la sede di Palazzo Gulì in corso Vittorio Emanuele
e il Centro Impastato conferirà tutto il suo patrimonio archivistico e
bibliografico.

NO MAFIA MUSEUM sarà una istituzione culturale che nasce per
promuovere i valori della legalità e della lotta alla criminalità
organizzata attraverso la creazione a Palazzo Gulì di uno spazio
pubblico polivalente e permanente dove si potrà fruire:
– un percorso espositivo – multimediale che racconti e faccia rivivere
la storia della mafia e delle mafie e delle lotte contro di esse
– il patrimonio di studi, ricerche e pubblicazioni, la
biblioteca-emeroteca, l’archivio storico di documenti e atti
giudiziari del Centro Impastato.

“Grazie a questa collaborazione, che mette a frutto la storia e la
ricchissima documentazione raccolta in 38 anni di studio dal Centro
Impastato – dichiara il Sindaco – il NO MAFIA MUSEUM sarà un luogo di
promozione di attività educative finalizzate alla creazione di una
coscienza civile diffusa e di una cittadinanza attiva e responsabile;
sarà un luogo di incontro, progettazione e animazione sociale in cui
la comunità locale sarà protagonista e attore del confronto, anche con
le comunità italiane e straniere. Sarà anche sede di un Istituto di
studi e ricerche.”