29 dicembre 2015. La Giunta Comunale di Palermo ha deliberato la creazione del “Memoriale laboratorio della lotta alla mafia”, accogliendo l’idea progettuale del Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato” che da diversi anni lavora per realizzazione di questa istituzione culturale.


Deliberazione della Giunta Comunale di Palermo. 29 dicembre 2015

Il Dirigente dell’Ufficio di Staff Capo Area Capo di Gabinetto, in riferimento all’argomento in oggetto indicato, sottopone alla Giunta Comunale la proposta di delibera nel testo che segue

OGGETTO:Presa d’atto dell’idea progettuale “Memoriale – Laboratorio della lotta alla mafia” – Atto di indirizzo per l’Istituzione della Fondazione Culturale “No Mafia Museum”

Il DIRIGENTE

Premesso che il Sig. Presidente del “Centro Siciliano di documentazione Giuseppe Impastato Onlus” ha presentato al Sig. Sindaco l’idea progettuale (allegata) di creare a Palermo un Memoriale laboratorio della lotta alla mafia consistente nella creazione di uno spazio pubblico polivalente accessibile a tutti per il raggiungimento degli obiettiv i di cui infra:

Tenuto conto che per la realizzazione di tale idea progettuale il suddetto Centro chiede che venga avviato un percorso comune con l’Amministrazione Comunale, finalizzato alla costituzione di una Fondazione Culturale denominata “No mafia museum”, o altra denominazione da concordare, alla quale il “Centro Impastato” conferirebbe il proprio patrimonio bibliografico e archivistico e l’Amministrazione Comunale conferirebbe in uso una sede adeguata per la realizzazione degli scopi della neo Fondazione:

Considerato che gli obiettivi proposti per la costituenda Fondazione saranno:

a) rendere pienamente fruibile al pubblico il vasto patrimonio di studi, ricerche e pubblicazioni, la biblioteca-emeroteca, l’archivio di documenti atti giudiziari e altri materiali del Centro Impastato;

b) presentare al pubblico (ai residenti e ai viaggiatori) un percorso espositivo multimediale permanente, capace di raccontare e far rivivere la storia della mafia dalle origini a oggi e la storia delle lotte alla mafia nei contesti sociali nei quali entrambe si sono svolte;

c) promuovere attività di studio e educative con l’intento di offrire, in particolare alle giovani generazioni, la conoscenza del passato e strumenti di lettura del presente e di progettazione partecipata del futuro;

d) creare un luogo di incontro, progettazione e animazione sociale in cui la comunità locale sia protagonista e attore del confronto anche con le altre comunità italiane e straniere.

Preso atto che il Sig. Sindaco, intravedendo nell’idea progettuale di che trattasi un valido strumento di promozione della crescita morale, civile, sociale e culturale della comunità locale nonché di divulgazione e confronto con altre realtà culturali italiane e straniere, ha manifestato per le vie brevi la volontà di promuovere l’iniziativa di che trattasi ritenendo che la medesima si caratterizzi per la sua unicità ed esclusività:

Ritenuto che. come anche riportato nello Statuto dell’Ente, è obiettivo di questa Amministrazione la promozione di quei valori che incidano sulla crescita morale della Comunità amministrata, nella consapevolezza che ciò si realizzi anche attraverso la diffusione della “cultura della legalità” divulgando l’esempio e l’impegno di quanti hanno sacrificato la vita per difendere, contro la mafia, i valori della democrazia, della libertà e della giustizia;

Considerato che il Sig. Sindaco, in ragione degli obiettivi proposti per la Fondazione, ha ritenuto di individuare nei locali di Palazzo Guli la sede adeguata da conferire in uso;

Preso atto che il Sig. Sindaco, a seguito di direttive informali, ha invitato lo Scrivente a predisporre un atto di indirizzo con il quale l’Amministrazione Attiva prenda atto della volontà del Primo Cittadino di realizzare l’iniziativa di che trattasi e per l’effetto dia mandato all’Assessore alla Cultura e al Capo Area Cultura, nel puntuale rispetto della normativa vigente, di porre in essere ogni adempimento necessario per l’istituzione della Fondazione in argomento;

Visto il vigente Statuto Comunale;

Visto l’O.R.EE.LL.

Vista la competenza della Giunta Comunale ad adottare il presente provvedimento quale atto di indirizzo

PROPONE

Per i motivi esposti in narrativa che,

– la Giunta Comunale prenda ano dell’idea progettuale (allegata) proposta dal Sig. Presidente del “Centro Siciliano di documentazione Giuseppe Impastato Onlus”;

– la Giunta Comunale formuli il presente ano di indirizzo avente il seguente tenore “nel condividere la volontà espressa dal Sig. Sindaco di promuovere l’iniziativa di che trattasi mediante l’istituzione di una Fondazione culturale, si dà mandato all’Assessore alla Cultura e al Capo Area Cultura, nel puntuale rispetto della normativa vigente, di porre in essere ogni adempimento necessario per l’istituzione della Fondazione in argomento alla quale il Comune di Palermo parteciperà, quale Socio co-fondatore conferendo esclusivamente in uso i locali di Palazzo Gulì senza alcun ulteriore onere economico, strumentale e o di impiego di personale comunale”.

Di dare mandalo alla Segreteria Generale di notificare copia del presente ano all’Assessore alla Cultura e al Capo Area cultura per i provvedimenti consequenziali.

Il presente provvedimento, quale atto d’indirizzo, in atto non comporta impegno di spesa ne diminuzione di entrata a carico del bilancio comunale.

Il Capo di Gabinetto
Dott. Sergio Pollicita

Il Dirigente responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco esprime in merito, ai sensi e per gli effetti dell’art. 12 della L.R. n. 30/2000. parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della proposta di deliberazione in oggetto ed ai sensi e per gli effetti dell’art 4. comma 3 del “Regolamento dei controlli interni” approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 198 2013, parere favorevole in ordine alla legittimità, alla regolarità e correttezza dell’atto e della connessa azione amministrativa.

Il Capo di Gabinetto
Dott. Sergio Pollicita

Il Sindaco, letta la superiore proposta e ritenuto che la stessa rientra tra gli obiettivi programmati dall’Ente, ne propone l’adozione da parte della Giunta Comunale.

Il Sindaco
Leoluca Orlando

 

Il Dirigente responsabile di Ragioneria esprime in merito, ai sensi e per gli effetti dell’art. 12 della L.R. n. 30/2000. parere favorevole in ordine alla regolarità contabile della proposta di deliberazione in oggetto.

Il Ragioniere Generale
Dott.ssa Carmela Agnello