Gennaio

5 gennaio: al cinema Ambra di Calatafimi (Tp) dibattito sul film “I cento passi” con Giovanni Impastato, Salvo Vitale, Giusto Catania.

9 gennaio: a Palermo, la Scuola di formazione etico-politica “Giovanni Falcone” ha organizzato un incontro-dibattito sul volume I crimini della globalizzazione, a cura di Marco Antonio Pirrone e Salvo Vaccaro, che raccoglie gli atti del convegno svoltosi nel dicembre del 2000. Il volume è stato presentato da Giovanni Abbagnato, Umberto Santino e Salvo Vaccaro. L’incontro si è svolto nella sede dell’associazione “Gruppo italiano di studio per la qualità della vita”.

10 gennaio: a Portici (Napoli), nell’ambito di un corso di formazione su “Educazione alla legalità come cittadinanza attiva”, organizzato dal Cantiere “Città dal basso”, in collaborazione con la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Napoli e dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, si è svolto un seminario dal titolo “Storia del movimento antimafia. Quale progettualità per il territorio”. Sono intervenuti Umberto Santino e il magistrato Gianfranco Donadio.

18 gennaio: a Vibo Valentia dibattito sulla legalità con Giovanni Impastato.

20 gennaio: il Cepes (Centro studi ed iniziative di politica economica in Sicilia) e il Centro Impastato hanno organizzato un incontro dibattito sul tema: “Stato e mafia oggi”. Hanno introdotto i lavori Nicola Cipolla, presidente del Cepes, e Umberto Santino, presidente del Centro Impastato. Sono intervenuti: Franca Imbergamo, sostituto procuratore presso il Tribunale di Caltanissetta; Giuseppe Lumia, della Commissione parlamentare antimafia; Piergiorgio Morosini, giudice presso il Tribunale di Palermo; Nichi Vendola, della Commissione parlamentare antimafia.
Con l’approvazione della legge 23 dicembre 2002, n. 279 (legge Castelli) il 41 bis è entrato definitivamente nel nostro ordinamento ed è stato esteso ai reati di terrorismo, eversione e traffico di clandestini. Tanto la maggioranza che gran parte dell’opposizione hanno salutato il provvedimento come un impegno inequivocabile nella lotta contro la mafia, mentre Rifondazione comunista, i Verdi, lo Sdi, alcuni Ds e qualche parlamentare della maggioranza hanno votato contro. In particolare Rifondazione ha sostenuto che se è necessario impedire ai mafiosi di avere contatti con l’organizzazione criminale le restrizioni afflittive sono inutili e anticostituzionali, che l’estensione del 41 bis può essere una trappola per criminalizzare e arrestare i movimenti e che è particolarmente preoccupante l’abolizione del vaglio giurisdizionale e la sua sostituzione con la discrezionalità del Ministro della giustizia.
Ci troviamo di fronte a una situazione che ripropone il rapporto tra Stato e mafia in modo apparentemente contraddittorio. Per un verso ai mafiosi detenuti che hanno fatto sentire in più occasioni la loro voce, richiamando in modo abbastanza scoperto il “rispetto dei patti”, si risponde con l’istituzionalizzazione del carcere duro; per un altro verso tutta la politica del governo Berlusconi è intesa ad assicurare l’impunità per il capo del governo e per i suoi amici (i provvedimenti sono ben noti: dalla depenalizzazione del falso in bilancio alle remore per l’utilizzazione delle rogatorie, alle facilitazioni per il rientro dei capitali dall’estero fino alla ricusazione del giudice naturale per “legittimo sospetto”) e si è configurata come una vera e propria legalizzazione dell’illegalità, che va oltre la “convivenza con la mafia” e offre grandi possibilità ai mafiosi sul piano della costituzione o del rafforzamento di nuove alleanze e del loro ruolo nella spartizione degli appalti di opere pubbliche, da realizzare in gran fretta e abolendo o limitando i controlli di legalità (ma Berlusconi ha dichiarato che con la costruzione del ponte sullo Stretto la mafia sarà sconfitta. E sono in cantiere altri provvedimenti che aggraveranno la situazione, come la proposta Pittelli, che liquiderebbe i processi basati sulle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, e la separazione delle carriere che darebbe un colpo gravissimo all’indipendenza della magistratura, mentre non si fa nulla per una seria riforma della giustizia.
Con questa iniziativa, vogliamo avviare una discussione su questi temi e più in generale sullo stato della mafia, della lotta contro di essa e sul marasma istituzionale che caratterizza il nostro Paese dopo la vittoria della destra, nella consapevolezza che l’impegno contro la mafia è un terreno decisivo nella lotta per la giustizia e la democrazia.

Febbraio

3 febbraio: Incontro sulla educazione alla legalità con Giovanni Impastato presso la scuola media “Salvatore Quasimodo” di Palermo.

5 febbraio: Incontro sull’educazione alla legalità con Giovanni Impastato presso il liceo “Galluppi” di Catanzaro.

11 febbraio: nell’ambito di un programma di Educazione alla legalità, si è svolto un incontro con gli studenti del liceo classico Garibaldi di Palermo. Dopo un’introduzione di Augusto Cavadi, Umberto Santino ha ripreso le linee essenziali del volume Storia del movimento antimafia e ha risposto alle numerose domande degli studenti.

15 febbraio. Il Centro Impastato ha aderito all’appello per la manifestazione nazionale contro la guerra inviando il seguente messaggio al comitato organizzatore: “Aderiamo alla manifestazione nazionale contro la guerra del 15 febbraio e ne condividiamo gli obiettivi. Invece di risolvere politicamente i conflitti che insanguinano molte aree del pianeta, a cominciare della questione palestinese, si ricorre all’aberrazione della guerra preventiva che avrà come risultato il rilancio di tutte le forme di terrorismo. Speriamo di riuscire a fermare la follia che avanza a grandi passi.”

19 febbraio: a Napoli, al quartiere Soccavo, iniziativa di Rifondazione comunista con Giovanni Impastato e Giovanni Russo Spena.

22 febbraio: ad Aragona (Ag), iniziativa su “Pace e mafia” organizzata dalle Acli, con Giovanni Impastato.

25 febbraio: presso l’istituto “Maria Adelaide” di Palermo, incontro con i docenti e gli studenti sul volume Storia del movimento antimafia di Umberto Santino.

25 febbraio: a Terni, avvio della “Carovana antimafie” organizzata dall’Arci, da Libera e “Avviso pubblico”, con Giovanni Impastato e Rita Borsellino.

28 febbraio: presso la sala consiliare del Comune di Budoia (Pordenone), dibattito con Umberto Santino per la presentazione del suo libro Storia del movimento antimafia. Hanno partecipato all’incontro Graziano Naressi, del Circolo Arci di Budoia, e Marino Visintini, coordinatore dell’associazione “Libera” di Udine.

Marzo

3-10 marzo: Carovana antimafie in Toscana con la partecipazione di Giovanni Impastato.

3 marzo: A Castel Fiorentino (Firenze), per la Carovana antimafie, incontro con Umberto Santino su “Droghe e mafie”.

5 e 7 marzo: presso la scuola elementare di San Lorenzo a Palermo, seminari per gli insegnanti, organizzati da “Libera scuola”, su “Donne e mafia: dall’organicità nel sistema al riscatto nella lotta” con Anna Puglisi, e “La legalità organizzata: storia del movimento antimafia” con Umberto Santino.

7-12 marzo: Iniziative della Carovana antimafie in Emilia Romagna, con la partecipazione di Giovanni Impastato.
Incontri con i docenti con relazioni di Umberto Santino, Anna Puglisi e Augusto Cavadi.
Il Centro ha partecipato con una sua rappresentanza alla manifestazione di Roma.

11 marzo: a Napoli, nella sede dell’Istituto italiano per gli studi filosofici, seminario sul tema “Camorra e mafia: punti di contatto e di differenza”, con Isaia Sales e Umberto Santino, organizzato dal Centro di documentazione contro la camorra della Regione Campania.

15 marzo: a Cattolica Eraclea (Agrigento), incontro con Umberto Santino sul tema “Peppino Impastato tra storia e fiction”.

23 marzo: partecipazione alla manifestazione per la pace davanti alla base americana di Sigonella.

27 marzo: a Enna relazione di Umberto Santino su: “Traffico di droghe nel sistema criminale transnazionale”, al convegno sul tema “Droghe, coca e narcotraffico”, organizzato dall’associazione “Impegnarsi serve”.

28 marzo, 1 aprile, 8 aprile: presso l’Istituto d’arte di Palermo, seminario di formazione per la crescita di una coscienza civile.

Aprile

1 aprile: a Forlì, incontro con Giovanni Impastato organizzato dall’Associazione “Cactus”.

2-3 aprile: incontri con Giovanni Impastato a Portici e a Napoli.

7 aprile: a Toulouse, incontro su “Mafia e società”, con Umberto Santino e Anna Puglisi, organizzato dall’Associazione “Machiavelli”.

7-11 aprile: a Pavia, Milano e Cinisello Balsamo incontri e dibattiti nell’ambito della Carovana antimafie in Lombardia, con la partecipazione di Giovanni Impastato e Umberto Santino.

14 aprile: presso il Liceo “Vittorio Emanuele II” di Palermo, seminario sulla Storia del movimento antimafia con Umberto Santino.

14-15 aprile: in Sardegna iniziative della Carovana antimafie con interventi di Giovanni Impastato.

16 aprile: a Trapani iniziativa antimafia con Giovanni Impastato.

18 aprile: ad Avellino, seminario su “Mafie e droghe” organizzato dall’Università di Salerno. Relazione introduttiva di Umberto Santino.

23 aprile: a Gela, presso la scuola “Ettore Maiorana “, incontro con Giovanni Impastato.

29 aprile: a Orte (Vt) incontro, organizzato dal Liceo scientifico, sulla figura di Peppino Impastato e sull’impegno antimafia oggi, con la partecipazione del presidente del Centro, Umberto Santino.

28-30 aprile: Carovana antimafie in Campania: incontri con Giovanni Impastato.

Maggio

1° maggio: partecipazione alla manifestazione a Portella della Ginestra, nell’anniversario della strage.

3 maggio: a Cinisi, incontro-dibattito su “25 anni di impegno per la verità e la giustizia. Le sentenze di condanna di Palazzolo e Badalamenti per l’assassinio di Peppino Impastato”. Introduzione di Umberto Santino, interventi di Vincenzo Gervasi, Giovanni Impastato, Franca Imbergamo e dei compagni di Peppino.

5-6 maggio: Carovana antimafie in Puglia: a Bari e a Mesagne incontri con Giovanni Impastato.

9-11 maggio: a Cinisi, Forum sociale antimafia “Peppino Impastato”.

12 maggio: a Palermo, presso il Liceo classico “Vittorio Emanuele II”, incontro con i docenti e gli studenti.

19 maggio: a Caccamo (Pa), presso la Scuola media statale, incontro con Anna Puglisi e Umberto Santino.

20 maggio: a Palermo, presso l’Istituto “Libero Grassi”, partecipazione alle iniziative per l’intitolazione di aule a Paolo Borsellino, Ninni Cassarà, Giovanni Falcone e Peppino Impastato.

15-20 maggio: incontri con Giovanni Impastato in vari centri della Campania.

23 maggio: partecipazione alle iniziative nell’undicesimo anniversario della strage di Capaci, organizzate da Libera. Dibattito su “Mafia, giustizia e informazione” con Rita Borsellino, Gian Carlo Caselli, Salvatore Lupo, Claudio Riolo, Massimo Russo, Umberto Santino e Emanuele Villa.

23 maggio: a Castelvetrano (Trapani) incontro con Giovanni Impastato presso il liceo scientifico “Michele Cipolla”.

27-28 maggio: Carovana antimafie in Puglia: incontri con Giovanni Impastato a Mesagne e a Barletta.

30-31 maggio: a Palermo, partecipazione al convegno “Il sole del Mediterraneo”, organizzato dal Cepes, dalla Fiom e da varie associazioni.

Giugno

19 giugno: a Caltanissetta, presso la Biblioteca comunale, incontro dibattito sul tema: “A 11 anni dalle stragi esiste ancora la lotta alla mafia?”, organizzato da Arci, Libera, Magistratura Democratica. Interventi di Gian Carlo Caselli, Claudio Lombardo, Umberto Santino, Ottavio Sferlazza, Marco Travaglio; coordinamento di Franca Imbergamo.

Luglio

4 luglio: ad Alcamo (Tp) incontro di Umberto Santino con i partecipanti al corso di formazione per “animatori territoriali nell’attività di diffusione della cultura della legalità”, organizzato dall’associazione Solco (Servizi per l’organizzazione del lavoro e la creazione dell’occupazione).

9 luglio: a Londra, presso la London University, proiezione del film “I cento passi” e dibattito con Giovanni Impastato e Tom Behan.

18 luglio: a Palermo, presso l’oratorio Santa Chiara, nell’ambito delle iniziative per l’anniversario della strage di via D’Amelio, assemblea cittadina sul tema “Politica e mafia: diritto di critica e responsabilità politica”, organizzata da Arci, Centro Impastato, Libera, Palermo Anno Uno.

Settembre

5 settembre: a Caltavuturo (Palermo) iniziativa antimafia con Giovanni Impastato.

20 settembre: a Bolognetta (Palermo) dibattito: “A dieci anni dalla morte di padre Puglisi”, con la partecipazione di Umberto Santino.

26 settembre: a Soriano Calabro (Vibo Valentia) dibattito con Giovanni Impastato nell’ambito della festa dell’Unità.

Ottobre

3 ottobre: a Milano, nella sede del Ruolo terapeutico Milano-Lambrate, dibattito con Giovanni Impastato.

10 ottobre: a Brescia, presso le Acli, incontro con Giovanni Impastato.

16 ottobre: a Paternò (Ct), Giovanni Impastato incontra gli studenti della scuola “Virgilio Marconi”.

17 ottobre: a San Giuseppe Jato (Pa), presso la scuola media, incontro su Peppino Impastato, con il fratello Giovanni e il presidente della Commissione nazionale antimafia Roberto Centaro.

20 ottobre: a Napoli, conferenza stampa per la presentazione del Concorso nazionale di cortometraggi per le scuole, intitolato a Peppino Impastato, sul tema “La legalità attraverso il cinema”, promosso dal Centro Impastato e dall’Associazione Dream Film Scuola, con il patrocinio del Comune di Caivano (Na), della Provincia di Napoli e della Regione Campania.

22 ottobre: nella sede del Centro, incontro con una delegazione dell’Ucraina, sul tema: “Esperienze antimafia e di educazione alla legalità a Palermo”.

22 e 23 ottobre: partecipazione alla Carovana antimafia a Milazzo (Me) e a Cinisi (Pa).

25 ottobre: a Palermo, presso il Laboratorio Zeta, incontro su “Memoria Comiso”, con la partecipazione di Umberto Santino.

28-30 ottobre: a Ginevra, I° Forum internazionale sul crimine organizzato, promosso dall’OCO (Observatoire du Crime Organisé) e da Academy & Finance. Inviata una relazione di Umberto Santino sul tema: “La mafia siciliana dalle stragi alla mediazione”.

Novembre

5 novembre: a Cologno Monzese (Mi), incontro dibattito su “Mafia, legalità e globalizzazione” con la partecipazione di Giovanni Impastato.

8 novembre: a Brescia, convegno su “Potere mafioso e movimento antimafia”, promosso dal Partito della Rifondazione comunista, da Libera Lombardia e da Pax Christi, con una relazione di Umberto Santino.

7-9 novembre: a Catania, Forum internazionale Mediterracqua, con la partecipazione di Umberto Santino.

13-14 novembre: a Palermo, partecipazione ai lavori della Settimana Quadri della Fuci (Federazione Universitaria Cattolica Italiana), con interventi di Giovanni Impastato e di Umberto Santino.

19 novembre: a Monterosso (Rg), incontro di Giovanni Impastato con gli studenti sul tema “Memoria e legalità”.

22 novembre: ad Alcamo (Tp), partecipazione all’incontro-dibattito sul tema “Donne e Cosa nostra”, promosso dalla Commissione Pari Opportunità del Comune e dall’associazione “Emily Palermo”, con una relazione di Anna Puglisi.

26 novembre: a Messina, partecipazione al seminario “Mafie, due. Adolescenti e criminalità organizzata”, organizzato dal Ministero della Giustizia, Scuola di formazione per il personale della giustizia minorile, con interventi di Augusto Cavadi e Nino Rocca.

29 novembre: ad Alcamo (Tp), incontro di Giovanni Impastato con gli studenti del liceo classico.

Dicembre

3 dicembre: a Cinisi (Pa), presentazione del Concorso nazionale di cortometraggi per le scuole, intitolato a Peppino Impastato, sul tema “La legalità attraverso il cinema”, promosso dal Centro Impastato, dall’associazione “Dream Film Scuola”, dall’associazione “Peppino Impastato” di Cinisi, dall’associazione “Libera” e dall’associazione “Rizoma. Liberare lo sguardo” di Cinisi, con il patrocinio del Comune di Caivano (Na), del Comune di Napoli, della Provincia di Napoli e della Regione Campania.

10 dicembre: a Palermo, incontro sul tema: “Oltre il sistema mafioso. Quale il contributo della nonviolenza?”, promosso dalla rivista “Quaderni Satyagraha”, dall’associazione “Libera Palermo” e dal Centro Impastato. Interventi di Rita Borsellino, vicepresidente nazionale di Libera; Alfio Foti, presidente dell’Arci Sicilia; Guglielmo Minervini, direttore delle Edizioni La Meridiana di Molfetta; Martina Pignatti Morano, condirettrice di “Quaderni Satyagraha”; Enzo Sanfilippo, del Movimento dell’Arca; Umberto Santino, presidente del Centro Impastato. Coordinamento di Emanuele Villa, di Libera Palermo. L’incontro prendeva spunto dal saggio di Enzo Sanfilippo dal titolo: “Il contributo della nonviolenza al superamento del sistema mafioso”, apparso sul n. 3 della rivista “Quaderni Satyagraha”.

13 dicembre: a Palermo, nell’aula magna della Facoltà di Lettere e Filosofia, seminario di studi su: “Libertà di critica, libertà di ricerca. Valore, tutela, minacce”. Il seminario è stato promosso dall’Università degli Studi di Palermo, Facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento studi su Politica, Diritto e Società, in collaborazione con l’associazione “Articolo 21″, Libera e Magistratura Democratica, con la partecipazione del Centro Impastato. Il documento di presentazione e il programma dei lavori nella pagina: “Libertà di stampa”.

21 dicembre: a Belmonte Mezzagno (Palermo) inaugurazione del circolo di Rifondazione comunista intitolato a Peppino Impastato e dibattito sul tema: “Il ruolo di Peppino Impastato nella lotta contro la mafia”. Introduzione di Franco La Barbera, interventi di Giovanni Impastato, Umberto Santino, Giuseppe Di Lello, Giusto Catania, Marco Assennato.

30 dicembre: a Palermo, nella sede del Centro, incontro con Arci ragazzi di Siracusa.

Leave Comment