impresa mafiosa

Franco Angeli editore

Milano, 1990

pp. 630 

Esaurito

Umberto Santino e Giovanni La Fiura

L’impresa mafiosa

Dall’Italia agli Stati Uniti

Negli ultimi anni in Italia e negli Stati Uniti si è proposta l’ipotesi interpretativa della mafia come impresa, cioè come razionale combinazione di mezzi, violenti e illegali, e fini di arricchimento (impresa illecita) e si sono cominciate ad analizzare le attività di produzione di beni e servizi (impresa lecita) gestite da soggetti criminali.
Questo studio si pone il problema teorico della mafia-impresa e dell’impresa mafiosa all’interno di una ricerca empirica, la prima con tale ampiezza in Italia, condotta sugli accertamenti patrimoniali in attuazione della legge antimafia.
Nel volume viene pubblicato il rapporto finale della ricerca, con una puntuale introduzione teorica e una particolareggiata analisi delle attività economiche svolte da gruppi criminali in tutto il territorio nazionale (con particolare riferimento a Palermo), con lo studio approfondito di casi significativi e di aspetti cruciali per la comprensione del rapporto tra impresa mafiosa e mercato, come gli appalti di opere pubbliche e gli omicidi di imprenditori.
La realtà degli Stati Uniti è ricostruita attraverso una rassegna che mette a fuoco lo sviluppo storico del rapporto tra gruppi criminali e vita economica e sociale, la riflessione delle scelte sociali e gli interventi istituzionali.