Ancora intimidazioni a Casa Memoria

prot. 434/07 palermo, 12. 06. 2007
Le intimidazioni continuano. L’aula consiliare dedicata a Peppino Impastato

Questa mattina una mano ignota ha versato di nuovo dell’acido muriatico sulla porta-finestra della Casa memoria Felicia e Peppino Impastato di Cinisi.
Evidentemente non riescono a darsi pace e ad accettare un dato di fatto: la memoria di Peppino e Felicia ha prevalso sulla viltà sull’arroganza mafiose.
Apprezziamo la proposta del sindaco di Cinisi di dedicare l’aula consiliare a Peppino Impastato e la dichiarazione sua e del presidente del consiglio comunale: “Il paese ha voltato pagina”.
Ci auguriamo che questo avvenga veramente e che la proposta venga accolta e ben presto attuata.
I familiari e i compagni di Peppino, il Centro a lui intitolato esprimono il loro grazie per tutte le attestazioni di solidarietà che ci sono arrivate.
Proponiamo di vederci al pi presto a Cinisi per manifestare ancora una volta il nostro impegno, in continuità con l’esempio di Peppino, per un’antimafia insieme rigorosa e concreta.

Umberto Santino
Presidente del Centro Impastato