Teppisti, collusi e buone intenzioni

Umberto Santino Teppisti, collusi e buone intenzioni Mentre il solito ignoto (un teppista mafiofilo o un mafioso-teppista) pensa di poter infierire sulla memoria di Peppino Impastato sradicando un alberello in uno spiazzo a lui dedicato e scrivendo su un muro “Viva la mafia”, a Trapani si arrestano uomini politici collegati alle cosche mafiose e la…

L’ombrello di Altan: metafora di un futuro inevitabile?

Umberto Santino L’ombrello di Altan: metafora di un futuro inevitabile? Sulle pagine nazionali del giornale “la Repubblica” Altan ha rispolverato la vignetta dell’ombrello. Bisogna dire che la metafora ha un doppio senso: se per buona parte degli italiani quell’oggetto, debitamente chiuso, è foriero di dolori più o meno lancinanti (anche in questo caso è un…

Dopo la disfatta

Umberto Santino Dopo la disfatta La sconfitta era certa ma la disfatta non era in conto. E bisogna impietosamente partire dalla constatazione che essa è frutto di innumerevoli errori ma che, almeno per le sinistre, si è chiusa un’epoca. Gli errori non ci vuol molto a individuarli: ha sbagliato Veltroni a correre da solo, dopo…